Come utilizzare le immagini nella comunicazione web

Foto: By Massimo Telò (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons“Un’immagine vale più di mille parole”, abbiamo sentito o detto questa frase decine di volte, ma siamo proprio sicuri che sia sempre indiscutibilmente vera?
Sarà perché in generale non amo gli assoluti e sono convinta che ogni tipo di comunicazione debba basarsi necessariamente sul compromesso, ma penso che la frase sopra citata sia molto più veritiera se modificata in questo modo: “un’immagine, se appropriata e posta in modo adeguato, crea con le giuste parole una sinergia vincente”. Continua a leggere

Realizzare un sito web professionale: i 7 passaggi fondamentali

Realizzare un sito web professionale: i 7 passaggi fondamentaliCon il proliferare di servizi on line che promettono “il tuo sito web professionale in 5 minuti” si sta diffondendo la convinzione che realizzare un sito internet per la propria azienda sia un’attività semplice, divertente e alla portata di tutti.

Di sicuro non è necessario essere in lizza per il premio Nobel, ma la realizzazione di un sito web professionale non è un’attività che si possa improvvisare in pochi minuti poiché prevede il coinvolgimento di più figure professionali – progettista, grafico, programmatore, implementatore, etc… – con competenze precise e possibilmente con una buona esperienza. Continua a leggere

Perchè avere un sito mobile?

Perchè conviene avere un sito mobilePoche cifre, ma significative:
I possessori di smartphone in Europa sono aumentati in un anno del 35%: da 97,7 milioni a Ottobre 2011 a 131,5 milioni a Ottobre 2012.
La metà degli utenti italiani di telefonia mobile possiede uno smartphone: il 28% della popolazione.

Sempre in cifre, anche se approssimative:

  • circa 20 milioni gli utilizzatori di smartphone in Italia;
  • il 75% usa lo smartphone per navigare su internet;

Di fronte a questi dati la domanda che intitola il post si rivela per quello che è, solo un espediente retorico utile ad introdurre – finalmente – la vera domanda: Continua a leggere

Scrivere per il web: come l’occhio vuole la sua parte

Copyright (c) 123RF Stock PhotosL’idea di realizzare questa infografica è nata dalla volontà di schematizzare le informazioni contenute nel post precedente: Scrivere per il web: buone pratiche.

L’infografica rappresenta infatti da una parte il “lavoro” a cui sono sottoposti i nostri occhi ogni volta che ci troviamo a leggere un testo a video  e dall’altra un’esemplificazione riassuntiva di alcune buone pratiche per la stesura, la disposizione e la formattazione dei  testi in un sito web.

Se vuoi lasciaci un feedback!

Continua a leggere

Scrivere per il web: buone pratiche

L'ultima pagina de Il tempo ritrovato di Marcel ProustLa maggioranza degli utenti della rete naviga alla ricerca di informazioni di tipo prevalentemente testuale, è quindi corretto affermare che l’aspetto più importante di ogni sito internet è rappresentato proprio dai suoi contenuti testuali.
Nell’impostazione di ogni pagina web dunque la porzione dedicata all’area informativa vera e propria, il cosiddetto corpo pagina, dovrebbe essere la più ampia possibile rispetto agli altri elementi (menù di navigazione, loghi, banner, etc.) visto e considerato che gli utenti che vi sono approdati desiderano trovarvi un numero soddisfacente di informazioni di buona qualità.

Numerose ricerche rendono atto del fatto che la lettura a video è del 25% più lenta rispetto alla lettura su carta, poiché il video non consente lo stesso livello di concentrazione e focalizzazione. Continua a leggere