Perchè avere un sito mobile?

Perchè conviene avere un sito mobilePoche cifre, ma significative:
I possessori di smartphone in Europa sono aumentati in un anno del 35%: da 97,7 milioni a Ottobre 2011 a 131,5 milioni a Ottobre 2012.
La metà degli utenti italiani di telefonia mobile possiede uno smartphone: il 28% della popolazione.

Sempre in cifre, anche se approssimative:

  • circa 20 milioni gli utilizzatori di smartphone in Italia;
  • il 75% usa lo smartphone per navigare su internet;

Di fronte a questi dati la domanda che intitola il post si rivela per quello che è, solo un espediente retorico utile ad introdurre – finalmente – la vera domanda:

Ma quando un sito è mobile?

Risposta spontanea e immediata: quando è visibile su smartphone.
No. Il web è pieno di siti che si “vedono” su smartphone. Si vedono a patto che usiate una lente di ingrandimento.

E si navigano più o meno agevolmente solo se avete le mani molto, molto piccole…
Una pagina anche perfettamente disegnata per schermi desktop può essere solo fonte di stress se si cerca di navigarla sui pochi pollici di uno smartphone: scorrimenti orizzontali, zoom per la lettura dei testi, difficoltà di accessibilità ai link renderanno l’esperienza del visitatore negativa. Con conseguenze che potrebbero risultare dannose anche oltre le aspettative, come confermano alcuni dati raccolti da Google nell’iniziativa GoMo (http://www.movemobile.it):

  • il 57% degli utenti evita di raccomandare un’attività con un brutto sito mobile
  • il 40% ammette di essere passato ad un competitor a causa di una brutta mobile experience
  • il 23% dice di “aver lanciato maledizioni” allo smartphone trovandosi davanti un sito non funzionante

Un sito è mobile solo se le pagine, gli elementi che le compongono, la posizione dei menu e l’articolazione dei contenuti sono ottimizzati ed adattati alla fruizione su smartphone (e tablet).

www.ristorantelacredenza.it – sito ottimizzato per desktop e mobile

www.igormacchia.com – sito ottimizzato per desktop e mobile



Il solito Google fornisce indicazioni puntuali sulle caratteristiche di una buona progettazione mobile. Eccone alcune:

  • Metti in primo piano i contenuti e le funzioni di cui gli utenti hanno più bisogno.
  • Evita i grandi blocchi di testo e utilizza gli elenchi puntati per semplificare la lettura.
  • Riduci al minimo la necessità di scorrere la pagina ma, se non puoi farne a meno, utilizza esclusivamente lo scorrimento verticale.
  • Organizza i menu in una chiara struttura gerarchica ed evita i rollover.
  • Semplifica la navigazione da un livello all’altro del sito con pulsanti “Indietro” e “Home” ben visibili.
  • Se il sito è complesso, inserisci una casella di ricerca ben visibile.
  • Usa pulsanti centrati di grandi dimensioni e lascia molto spazio intorno per ridurre i click accidentali.
  • Ingrandisci i pulsanti più piccoli per estendere l’area selezionabile.
  • Rendi selezionabile il testo delle caselle di controllo.
  • Crea un contrasto tra sfondo e testo.
  • Adatta i contenuti allo schermo facendo in modo che siano leggibili senza che sia necessario utilizzare lo zoom con i movimenti delle dita.
  • Evidenzia link e pulsanti con formati e colori distinti.
  • Utilizza effetti 3D e ombreggiatura per i pulsanti
  • Cerca delle alternative a Flash, dal momento che non è supportato da alcuni dispositivi.
  • Usa HTML5 per l’interattività e l’animazione.
  • Adatta il sito per gli schermi orientati sia verticalmente sia orizzontalmente. La variazione di orientamento dello schermo non deve costringere gli utenti a cambiare posizione.

Ma questo significa dovere sviluppare un sito per i desktop e uno per i dispositivi mobili?

E chi ha parlato di due siti?

Niente panico: non stiamo parlando di due siti. Stiamo parlando di un solo sito che riconosce i dispositivi sui quali viene caricato e si adatta naturalmente ad essi. I linguaggi disponibili,  html5 e css3, librerie javascript e soluzioni lato server, i concetti di adaptive e reponsive design parallelamente alla evoluzione dei browser consentono di creare agevolmente e in economia siti che rispondono ai diversi dispositivi con eleganza ed efficacia.

Come sempre la fase cruciale è la progettazione del sito [Sito internet: l’importanza di una buona progettazione], che deve essere pensato e costruito tanto nell’insieme come in ogni singolo componente in funzione della sua adattabilità alle diverse condizioni di fruizione. La professionalità degli sviluppatori, attenti alla qualità del codice html, farà il resto.

Troppe informazioni? Serve uno schema riepilogativo? Guarda l’infografica Perché non potete fare a meno di un sito mobile.

Fabio Bosso
Nea Mesa Comunicazione

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo 🙂

2 pensieri su “Perchè avere un sito mobile?

  1. Questo post chiarisce molti dubbi, purtroppo ancora troppi siti e servizi web non sono utilizzabili attraverso apparecchiature quali smartphone o tablet.
    La diffusione della “cultura del mobile” gioverebbe senz’altro a tutti: aziende e utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Devi selezionare la casella Accetto per inserire il tuo commento.

*

Accetto l'informativa sulla privacy e il trattamento dati personali

+ 20 = 26