Come utilizzare le immagini nella comunicazione web

Foto: By Massimo Telò (Own work) [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)], via Wikimedia Commons“Un’immagine vale più di mille parole”, abbiamo sentito o detto questa frase decine di volte, ma siamo proprio sicuri che sia sempre indiscutibilmente vera?
Sarà perché in generale non amo gli assoluti e sono convinta che ogni tipo di comunicazione debba basarsi necessariamente sul compromesso, ma penso che la frase sopra citata sia molto più veritiera se modificata in questo modo: “un’immagine, se appropriata e posta in modo adeguato, crea con le giuste parole una sinergia vincente”.
Spesso e malvolentieri ci imbattiamo, sia sui siti internet sia sui social network, in immagini del tutto inadeguate al messaggio che l’azienda in questione vuole veicolare, il che è sicuramente controproducente. Pensiamo ad esempio a un’azienda che vanta macchinari e tecnologie all’avanguardia ma che si presenta con fotografie obsolete o poco curate, in questo caso nemmeno il copywriter più bravo del mondo riuscirebbe a scalzare dalla testa degli utenti l’idea di vecchiume e trascuratezza.

Vediamo quindi, in breve, come utilizzare le immagini nella comunicazione web sfruttandone al meglio le potenzialità e senza incorrere in errori marchiani.

Semplicità

Le immagini hanno un forte potere evocativo in virtù del quale possono generare un numero maggiore di conversioni rispetto al solo testo, ma la semplicità è la prima regola fondamentale da rispettare se vogliamo che il nostro messaggio venga recepito. Viviamo infatti costantemente bombardati di messaggi -visivi e non- di ogni genere e questo affatica non poco la nostra mente, pertanto il significato dell’immagine deve essere colto con immediatezza senza richiedere troppa astrazione.

Coerenza

Le immagini suscitano emozioni e si radicano rapidamente nella memoria dei nostri utenti, è importante quindi che esse siano coerenti con quanto vogliamo comunicare o si rischia di far passare irrimediabilmente un messaggio sbagliato.
Non bisogna trascurare inoltre il fatto che alcune immagini portano con sé significati già acquisiti e fortemente collegati nell’immaginario collettivo a situazioni o emozioni condivise, pertanto nella scelta delle immagini sarà sempre opportuno chiedersi se e come l’eventuale significato preesistente dell’immagine andrà a sovrapporsi al messaggio che vogliamo veicolare.
Attenzione anche alle immagini “forti”: cercare a tutti i costi l’impatto, specialmente in questo momento storico, non si è rivelato sempre foriero di successo e il rischio di una condivisione virale della campagna in termini negativi e/o derisori è tutt’altro che remoto.

Equilibrio

L’uso delle immagini migliora l’effetto visivo della pagina web, dunque è importante che esse siano in linea – sia come dimensioni sia come colori sia come stile – con il contesto in cui vengono inserite, evitando il più possibile effetti “Arlecchino” o “Frankenstein”.
In particolare per siti e pagine social di aziende, è fondamentale che le immagini scelte non facciano a pugni con il logo e con i colori corporate.

Qualità

Immaginate una galleria fotografica dedicata per esempio ad orologi di lusso con foto fatte alla buona con un vecchio smartphone o peggio ancora rubacchiate dalla rete, quante persone correranno a comprarli? Ovviamente nessuno.
Le immagini devono essere sempre di ottima qualità, meglio se realizzate ad hoc per il progetto da professionisti. Una buona soluzione è anche l’acquisto presso uno dei molti siti di vendita immagini on line. La rete offre inoltre la possibilità di utilizzare immagini gratuite, attenzione però a non utilizzare immagini troppo inflazionate e a riportare con cura l’eventuale copyright.

Nomenclatura

Il nome che viene dato alle immagini, così come il testo alternativo (alt e title) contribuiscono all’indicizzazione del sito da parte dei motori di ricerca, quindi è importante curare anche questo aspetto se si vuole sfruttare al 100% il potenziale immagini.
Ricordatevi infine che gli utenti possono visualizzare con facilità il nome dell’immagine e quindi chiamare la foto dei vostri uffici lagalera.jpg o quella del vostro capo peppino-il-babbuino.jpg espone l’intera azienda a gaffe non da poco.

Fiorella Sina
Nea Mesa Comunicazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>