Le caratteristiche di un buon sito web

Copyright (c) 123RF Stock PhotosSpesso ci sentiamo chiedere se ci sono dei parametri attraverso i quali giudicare la validità di un sito internet, naturalmente non esistono criteri di valutazione rigidi e definiti, tuttavia è possibile identificare tre macro fattori all’interno dei quali convergono tutti – o quasi – gli elementi che caratterizzano un sito web di alto livello: Comunicazione mirata, Usabilità del web, Codice corretto.


La compresenza dei tre macro fattori succitati garantisce l’elevata qualità di un sito web e, in maniera direttamente proporzionale, la sua efficacia.

1 – Comunicazione mirata

Lo scopo principale di un sito internet professionale è “comunicare qualcosa a qualcuno”.
È fondamentale quindi identificare e definire con estrema precisione, durante la fase di progettazione [Sito internet: l’importanza di una buona progettazione e Sito internet: le fasi della progettazione], i seguenti presupposti:

  • L’attore: chi vuole comunicare
  • Il soggetto: cosa si vuole comunicare
  • La forma: come lo si vuole comunicare
  • Il pubblico: a chi lo si vuole comunicare

La comunicazione in un sito internet passa attraverso tutti gli elementi costitutivi: l’immagine grafica, la selezione dei contenuti, la modalità di presentazione, la scelta delle parole. Tutti questi elementi, nessuno escluso, devono pertanto essere coerenti e pertinenti con i presupposti sopra citati.
In tal modo la comunicazione può dirsi veramente efficace e arrivare a colpire il target di riferimento facendo passare esattamente il messaggio desiderato.
Una comunicazione mirata è la prima caratteristica di un buon sito internet, una comunicazione che non arriva a “fare centro” è troppo spesso un danno.

2 – Usabilità del web

L’usabilità – in questo specifico caso si fa riferimento all’usabilità del web – comprende alcuni requisiti che sono imprescindibili per un buon sito internet:

  • Riconoscibilità degli elementi: immediata, con il minimo sforzo;
  • Navigabilità tra i contenuti: totale, completa ipertestualità, senza vicoli ciechi, ricca di strumenti di ricerca e di orientamento;
  • Facilità di lettura e comprensione: senza fatica e con buona soddisfazione;
  • Facilità di interazione: rapida, facilmente memorizzabile, con buona gestione dell’errore e del feedback;
  • Accessibilità: il rispetto dei principi di usabilità è uno dei requisiti da rispettare per garantire l’accessibilità [1] di un sito web.

In questo secondo passaggio quindi il messaggio precedentemente definito e strutturato viene presentato con modalità studiate per renderlo immediatamente comprensibile, facilmente consultabile e piacevole da fruire.
Immediatezza, facilità e soddisfazione conquistano sempre gli utenti così come la mancanza anche solo di uno di questi requisiti tende ad allontanarli rapidamente.

3 – Codice corretto

Il codice scelto e utilizzato per la costruzione delle pagine del sito deve aderire agli standard formali condivisi di cui il W3C (World Wide Web Consortium) si fa promotore e garante.
La correttezza del codice è la terza condizione indispensabile affinché il sito possa assicurare i seguenti aspetti:

  • Buona indicizzazione: i motori di ricerca tengono in considerazione, tra i vari parametri, anche gli elementi di marcatura utilizzati all’interno delle pagine;
  • Portabilità: attraverso una corretta separazione tra forma e contenuto si assicura la buona visibilità del sito su differenti sistemi operativi, browser o monitor, e si rende possibile realizzare versioni dello stesso sito ottimizzate per palmari e smartphones; assicura inoltre rapidità di caricamento e di aggiornamento.
  • Leggerezza: un buon codice deve essere anche scritto in maniera da rendere la pagina leggera e non influire sui tempi di caricamento;
  • Rapidità di aggiornamento: un codice corretto è sicuramente più facile da manutenere e aggiornare rispetto ad un codice farcito di errori;
  • Accessibilità: l’attenzione alla correttezza formale del codice è il primo requisito per l’accessibilità [1] di un sito web.

Aggiungiamo in conclusione che, essendo internet una realtà magmatica in continua evoluzione, un sito web di alto livello non deve rimanere fisso nel tempo, ma deve trasformarsi ed evolversi assecondando – e se si riesce anche anticipando – le sempre nuove tendenze sia in campo tecnologico che comunicativo.

Fiorella Sina
Nea Mesa Comunicazione


[1] Ci si riferisce alla Legge del 9 gennaio 2004 n. 4  (G.U. n. 13 del 17 gennaio 2004) recante “Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Devi selezionare la casella Accetto per inserire il tuo commento.

*

Accetto l'informativa sulla privacy e il trattamento dati personali

73 − 72 =