Cosa serve per fare un sito internet

Cosa serve per fare un sito internetBene, avete stanziato un budget per la realizzazione (o il restyling) del vostro sito internet aziendale, avete vagliato i preventivi e scelto l’agenzia che realizzerà il vostro sito, cosa vi resta da fare?
È giusto lasciare carta bianca alla web agency e intervenire eventualmente solo a fine lavori?
Indubbiamente se avete scelto dei professionisti saranno in grado di realizzare un ottimo prodotto, ma chi di voi andrebbe da un sarto, per quanto bravo, dicendogli semplicemente “mi faccia un vestito che mi stia bene”?
Nella realizzazione di un sito internet la partecipazione attiva del committente è importante per una felice riuscita del lavoro.

Lo scopo di questo post è definire cosa deve materialmente fare il committente per collaborare al meglio con i professionisti che lavorano al suo sito internet.

1 – Raccontarsi

Raccontare apertamente e con franchezza la storia dell’azienda o del prodotto, i punti di forza, i punti deboli, le aspettative, i possibili sviluppi futuri, al fine permettere al professionista di entrare il più possibile in azienda, di conoscerla, di respirarne l’aria per poterla raccontare al meglio all’esterno.
Una lunga chiacchierata prima dell’inizio dei lavori non è mai una perdita di tempo, anzi è fondamentale per impostare in maniera corretta l’intero progetto, dal tone of voice, fino alla definizione della mappa dei contenuti del sito.

2 – Fornire i materiali

I massimi esperti per quanto riguarda la vostra azienda e il vostro prodotto siete voi, non è pensabile che un professionista del web sia un “tuttologo” in grado di comunicare in autonomia qualsiasi argomento, dagli impianti per il trattamento criogenico ai materiali per la bioedilizia passando per gli ultimi ritrovati per la cura del capello, pertanto è dalla committenza che devono arrivare tutte le informazioni di dettaglio da inserire all’interno del sito.
Il professionista avrà cura di chiedere i materiali di cui ha bisogno (documenti, brochure, fotografie, video, ecc…) specificandone il formato, le modalità di trasmissione, nonché di revisionare nella maniera più adeguata le informazioni fornite dalla committenza in forma grezza.

3 – Non pestare i piedi

Argomento delicato, molto delicato, ma se avete scelto un professionista è anche perché avete fiducia nelle sue capacità lavorative, pertanto deve avere il più possibile campo libero nello svolgimento del suo lavoro; così come non vi sognereste mai di dare istruzioni al dentista mentre vi sta otturando una carie non fatelo nemmeno con chi sta realizzando il vostro sito internet, ma lasciate che si occupi di tutti gli aspetti che rientrano nelle sue competenze senza interferenze che rischierebbero di ritorcersi contro la buona riuscita del progetto.
Sì al confronto e alla collaborazione tra committenza e azienda ma assolutamente no all’invasione di campo.

4 – Tornare sul luogo del delitto

E una volta pubblicato il sito che si fa?
È bene non dimenticarsene, soprattutto se il sito è strutturato con aree dedicate alle news o con informazioni che necessitano di aggiornamenti: la frequenza di aggiornamento è fondamentale sia per non lasciar trasparire l’immagine di un sito trascurato che andrebbe inevitabilmente a riflettersi sull’immagine dell’azienda stessa, sia perché è uno dei parametri graditi al “signor Google”.
Importantissimo anche gestire in maniera efficace tutti i contatti con i potenziali clienti o i semplici interessati alla nostra attività ottenuti tramite il nuovo sito.
Anche in questa fase di mantenimento l’azienda che ha realizzato il sito saprà affiancarvi al meglio coadiuvandovi nella gestione dei contatti acquisiti e nella comunicazione delle novità.

La realizzazione di un sito internet in conclusione non è un mandato puro e semplice da affidare a una web agency, ma un’avventura che vi porterà a conoscere un mondo nuovo, a far parte di una squadra, ad acquisire senza sforzo nuove competenze utili per aprire le porte della vostra attività al resto del mondo.

Almeno è così che noi lavoriamo… se volete approfondire potete contattarci.

Fiorella Sina
Nea Mesa Comunicazione

 

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Devi selezionare la casella Accetto per inserire il tuo commento.

*

Accetto l'informativa sulla privacy e il trattamento dati personali

77 − 67 =