Come funziona un indirizzo web?

Navigare su internetVi siete mai chiesti come funziona tecnicamente tutta questa faccenda del navigare?

Un po’ come la posta tradizionale: se sulla busta non metto l’indirizzo del destinatario, la mia lettera non arriverà mai a destinazione.

Non per niente in tutti i browser c’è sempre la Barra degli indirizzi.Barra degli indirizzi

In questa barra occorre scrivere, o appare automaticamente quando clicchiamo su un link, l’indirizzo corrispondente alla pagina che vogliamo visualizzare.
In altri termini, a ognuna dei milioni e milioni di pagine esistenti in tutto il mondo nei milioni di computer connessi in rete corrisponde un univoco indirizzo, che ci permette di andare a cercarla.
Su Internet il sistema di indirizzamento è basato sul protocollo TCP/IP [1]: ad ogni computer che pubblica un sito è assegnato un indirizzo IP univoco che è un numero composto a sua volta da quattro numeri che possono variare ognuno da 0 a 255.
Dal momento che sarebbe umanamente impossibile ricordarsi l’indirizzo IP dei siti che ci interessano, esistono i Server DNS [2] ovvero dei computer che hanno in memoria una tabella di corrispondenza tra il nome di un sito – cioè la sua URL – e l’indirizzo IP del server che lo ospita.

Cosa succede quando dal nostro computer scriviamo una URL nella barra degli indirizzi?

Per collegarsi all’indirizzo che abbiamo digitato sulla barra il nostro computer deve sapere a quale indirizzo IP corrisponde e per farlo deve comunicare con un server DNS.
I nostri computer hanno l’indirizzo IP di almeno uno o due Server DNS già settato tra i parametri di configurazione di connessione [3] e questi sono i primi ai quali si rivolge per conoscere l’IP del sito che stiamo cercando.
Se i server DNS configurati sulle nostre macchine non trovano nessuna corrispondenza nelle loro tabelle chiedono a loro volta a un DNS padre, finché non si trova la corrispondenza in grado di “risolvere l’host” ovvero ottenere l’indirizzo IP relativa all’URL digitato.
La risposta infine arriva al PC che può così collegarsi al sito richiesto.
Tutto questo avviene ovviamente in pochi millisecondi se si ha una buona connessione a internet.

Com’è costruito un url?

URL è l’acronimo di  Uniform Resource Locator ed è un indirizzo costituito da più elementi.
Elementi di un urlIl protocollo determina il tipo di servizio offerto dal server.
Vediamo qualche esempio dei protocolli più diffusi:

Protocollo   Nome Descrizione
http Hypertext Transfer Protocol Consente di accedere a pagine Web contenenti testo, grafica, audio e altre informazioni digitali provenienti da un server Web.
ftp File Transfer Protocol Trasferisce file tra computer su Internet.
https Hypertext Transfer Protocol with Privacy Stabilisce una connessione HTTP che utilizza la crittografia Secure Sockets Layer (SSL).
mailto Protocollo MailTo Apre il programma di posta elettronica per inviare un messaggio all’indirizzo di posta Internet specificato. Un URL che utilizza il protocollo MailTo ha un formato differente: (mailto:nomeutente@dominio).
news Protocollo News Avvia un lettore di news e apre il newsgroup Usenet specificato. Un URL che utilizza il protocollo News ha un formato differente: (news:nomenewsgroup).
File Protocollo File Apre un file su un’unità disco rigido o su una rete LAN (Local Area Network).

Il tipo di risorsa del server è opzionale e specifica il tipo di contenuto. Ad esempio WWW, che sta per World Wide Web indica la pagina html.
Il nome di dominio è il nome del sito vero e proprio che viene scelto dal proprietario e assegnato da appositi organismi nazionali e/o internazionali.
Il tipo di dominio può essere diverso e viene creato e assegnato da organizzazioni mondiali.
Attualmente i tipi più diffusi sono:

  • it: dominio italiano;
  • com: dominio per attività commerciali;
  • org: dominio per attività senza fini di lucro;
  • net: dominio per attività legate a internet;
  • info: alternativa al dominio .com
  • name: dominio personale
  • biz: dominio associato a siti di e-commerce (biz = “business”)
  • eu: dominio per attività europee

Davide Vacca
Kaos Informatica


[1] Transmission Control Protocol / Internet Protocol
[2] Domain Name System
[3] L’indirizzo del Server DNS solitamente viene fornito automaticamente dal Provider a cui ci si collega, a meno che non venga richiesto espressamente di inserirlo manualmente.

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo :)

2 pensieri su “Come funziona un indirizzo web?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

19 − = 10